Cerca
Inserisci una parola da cercare
Sezioni
News
Rubriche
Focus
Strumenti

Venerdì 25 Gennaio 2019  11:25

“Ambarabà Ricicloclò”, interessante progetto per raccolta e riciclo degli imballaggi in acciaio.

Il concorso è promosso da “RICREA” (il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio) e realizzato dalla rivista Andersen per gli alunni di Bari e provincia.



Parte in queste ore da Bari, al momento per tutti gli alunni di Bari e provincia, un progetto mirato a sensibilizzare e favorire così la raccolta ed il riciclo degli imballaggi in acciaio. Interessantissimo e valido sotto ogni profilo: didattico anzitutto, ed oltremodo formativo. AMBARABÀ RICICLOCLÒ®: questo il nome che è stato dato al progetto.

Si parte così dal presupposto di poter usare le parole con ironia e senso dell’umorismo per spiegare ai bambini l’importanza della raccolta e del riciclo degli imballaggi in acciaio.

E questo è lo scopo della nuova edizione di Ambarabà Ricicloclò®, progetto educativo nazionale riservato alle scuole primarie di Bari e provincia, promosso da RICREA, il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio e realizzato dalla rivista Andersen, il mensile italiano di informazione sui libri per ragazzi e la cultura dell’infanzia, con il patrocinio del Comune di Bari. Gli alunni sono chiamati a realizzare, con l’aiuto dell’insegnante, un componimento limerick dal contenuto spiritoso, ispirato al tema degli imballaggi in acciaio.

«Barattoli, scatolette, tappi, fusti e bombolette in acciaio: oggetti di uso quotidiano che, se correttamente raccolti e avviati a riciclo, possono tornare a nuova vita – commenta Roccandrea Iascone, responsabile comunicazione e relazioni esterne del consorzio RICREA –. L’obiettivo di quest’iniziativa è stimolare la creatività dei più piccoli e sensibilizzarli sull’importanza di separare correttamente gli imballaggi in acciaio affinchè vengano riciclati all’infinito. Proprio i bambini, infatti, dimostrano una straordinaria capacità di fare da traino nelle buone pratiche in famiglia, per quanto riguarda la raccolta differenziata».

«Quest’anno proponiamo alle scuole di comporre un limerick, breve componimento tipico della lingua inglese, dal contenuto umoristico e nonsense, formato da cinque versi in rima AABBA, – spiega Barbara Schiaffino, direttore della rivista Andersen ­–. Con una formula divertente e creativa adatta ai più piccoli, vogliamo unire l’amore per la letteratura all’attenzione nei confronti dell’ambiente».

Ma ecco cosa fare per partecipare.

Per partecipare, l’insegnante può iscrivere una o più classi entro il 31 gennaio, ricevendo il materiale didattico necessario per realizzare l’elaborato. Per prendere parte all’iniziativa è necessario presentare da uno a quattro limerick, composti da singoli alunni o dall’intera classe. I lavori vanno consegnati entro il 9 marzo e saranno valutati da una commissione di esperti che sceglierà il vincitore. I componimenti dei tre finalisti verranno illustrati dall’artista Enrico Macchiavello ed esposti in una mostra itinerante.

Per l’iscrizione consultare il sito https://www.ricreaedu.org/iniziative/ambaraba-ricicloclo/iscrivi-la-tua-classe/

 






Vedi anche...

Nella rete




Stampa la notizia Invia ad un amico

Notizie dagli altri canali
Cronaca
Politica
Sport
Spettacoli
Lavoro
QP Primo Piano
QP Intervista
QP Speciale

Mailing List
Iscriviti alla Nostra Newsletter
Inserisci la tua E-mail
quipuglia.it Testata Giornalistica Online
Quotidiano Online di Informazione
Reg. Trib. Brindisi n°17/04

Mob: 347-3838221 - Skype: quipuglia - Fax: 178-6030556

Home Editoriale Interviste Primo pianoSpecialiRegistrazione Scrivici
Articoli, Testi, e foto, sono coperti da Copyright in quanto di produzione della proprietà di Giovanni di Noi e del Quotidiano Online di Informazione in Puglia quipuglia.it. Ne è pertanto assolutamente vietata la riproduzione parziale e/o integrale se non previo consenso scritto della proprietà. Articoli, testi, foto, e contenuti, dunque, non possono essere riportati e/o pubblicati, anche su altre testate, se non previa richiesta scritta a quipuglia.it e conseguente autorizzazione scritta.
quipuglia.it® É UN NOME E MARCHIO REGISTRATO.