20 Giugno 2017

Esami di maturità 2017. Senatrice D’Onghia (MIUR): «Appuntamento importante che prepara al futuro».

Al via con la prima prova scritta, l’esame di maturità 2017. Registriamo la posizione della sottosegretaria al MIUR, senatrice Angela D’Onghia.


«Si tratta di un appuntamento importante per la nuova sfida che attende i nostri giovani prima di inserirsi nel mercato del lavoro - commenta la sottosegretaria al MIUR, senatrice Angela D’Onghia (foto) -. Le competenze acquisite nel corso del ciclo scolastico - ella prosegue - sono fondamentali per affrontare il futuro sempre più dinamico, competitivo e che richiede altissime specializzazioni.

Grande attenzione poi quest’anno è dedicata ai territori colpiti dal sisma. Negli istituti scolastici di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria le commissioni d’esame saranno composte da membri interni, ad eccezione del Presidente. Inoltre l’anno scolastico resta valido anche con meno di 200 giorni effettivi di lezioni.

Certo con la “Buona scuola” c’è ancora molto da fare. Ma noi ce la stiamo mettendo tutta per fornire una formazione e un’istruzione qualificata sempre più vicine a standard ed obiettivi internazionali, valorizzando la crescita umana della persona. I margini di miglioramento della riforma della scuola esistono nell’ottica di trovare soluzioni condivise. Sperando di aver dato agli studenti in questi anni una scuola che ha creduto nelle loro potenzialità e che è riuscita a trasmettere passione e consapevolezza delle proprie capacità, non mi resta che augurare un grande in bocca al lupo agli oltre 500 mila ragazzi che affronteranno l’esame di maturità 2017», conclude la senatrice D’Onghia.



Nella foto: La Sottosegretaria al MIUR, Senatrice Angela D’Onghia.


quipuglia.it Testata Giornalistica Online
Quotidiano Online di Informazione
Reg. Trib. Brindisi n°17/04

Mob: 347-3838221 - Skype: quipuglia - Fax: 178-6030556

Home Editoriale Interviste Primo pianoSpecialiRegistrazione Scrivici
Articoli, Testi, e foto, sono coperti da Copyright in quanto di produzione della proprietà di Giovanni di Noi e del Quotidiano Online di Informazione in Puglia quipuglia.it. Ne è pertanto assolutamente vietata la riproduzione parziale e/o integrale se non previo consenso scritto della proprietà. Articoli, testi, foto, e contenuti, dunque, non possono essere riportati e/o pubblicati, anche su altre testate, se non previa richiesta scritta a quipuglia.it e conseguente autorizzazione scritta.
quipuglia.it® É UN NOME E MARCHIO REGISTRATO.