Cerca
Inserisci una parola da cercare
Sezioni
News
Rubriche
Focus
Strumenti

Sabato 5 Novembre 2016  07:57

Un momento dell'incontro dedicato al "Co-Housing" promosso dall'Associazione "We4Share". Co-Housing, un sano fenomeno emergente anche in Puglia.

Il primo Workshop di una serie sul cohousing si è svolto a Monopoli (BA) organizzato dall’associazione "We4Share" con il patrocinio del Comune di Monopoli. Prossimo appuntamento giovedì 10 novembre a Palazzo di Città.



Di "Co-Housing" si comincia a parlare sempre di più anche in Puglia. Si è svolto infatti lo scorso 3 novembre presso la Biblioteca dei ragazzi di Monopoli, nel Barese, il primo di una serie di workshop sul tema, rivolto alla cittadinanza ed al mondo dell’associazionismo. E - così come confermato dagli stessi organizzatori - si è trattato di un interessante «momento aperto e di scambio».

Organizzato dall’associazione "We4Share" con il patrocinio del Comune di Monopoli (Assessorato alla Pianificazione Integrata del Territorio e Demanio) e il supporto dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico, l'incontro al quale hanno preso parte molti cittadini interessati ha previsto una presentazione dettagliata del tema a cura dell’Ing. Arch. Caterina Pirani (Vice-Presidente dell’Associazione “We4Share” e responsabile del progetto), dell’Ing. Arch. Agnese Pirani (segretario dell’Associazione “We4Share” e responsabile del progetto) e dell’Ing. Luca Palmirotta, Presidente dell’ Associazione “We4Share”. 

L’erba del vicino è anche la mia! É questa infatti una frase che - spiegano gli organizzatori in una nota stampa - riassume il senso di questo nuovo modo di abitare assieme: il co-housing è, infatti, un’esperienza di “vicinato elettivo” e solidale che associa all’autonomia dell’abitazione privata spazi coperti e scoperti destinati all’uso collettivo che divengono luoghi di socialità e risorsa per le attività dei singoli nuclei familiari e del gruppo nel suo complesso. 

Il Co-Housing si costruisce su “misura” insieme alla comunità dei cohousers ed è per questo che il workshop è stato impostato in maniera interattiva con il pubblico, cercando di ascoltare le opinioni di coloro i quali hanno partecipato numerosi a questo primo incontro.

«Dal singolo cittadino alle associazioni si sono tutti raggruppati attorno a tavoli di lavoro ed hanno cercato - puntualizzano poi anche i promotori di questa interessante iniziativa - di immaginare perché e dove vivere in Co-Housing e quali spazi e servizi condividere».

Il bilancio della serata? «Tante - viene puntualizzato - le proposte e le idee che hanno permesso di gettare i primi semi di un percorso sentito e partecipato».

Il prossimo incontro intanto - l'invito infine degli organizzatori - si terrà giovedì 10 novembre alle ore 19 presso il Palazzo Comunale. «Ci si confronterà - concludono - con le categorie professionali del settore e si continuerà questo processo di sensibilizzazione nei confronti di un tema che ha come minimo comune denominatore il rispetto, la tolleranza, la condivisione in nome di un miglioramento della qualità della vita.

Dunque una valida ed ottima occasione per cercare di capirne di più in merito al fenomeno davvero interessante del Co-Housing. Certamente, anche e soprattutto, per stare bene con sè stessi e vivere meglio insieme.





Nella foto: Un momento dell'incontro dedicato al "Co-Housing" promosso dall'Associazione "We4Share".


Stampa la notizia Invia ad un amico

Notizie dagli altri canali
Cronaca
Politica
Sport
Spettacoli
Lavoro
QP Primo Piano
QP Intervista
QP Speciale

Mailing List
Iscriviti alla Nostra Newsletter
Inserisci la tua E-mail
quipuglia.it Testata Giornalistica Online
Quotidiano Online di Informazione
Reg. Trib. Brindisi n°17/04

Mob: 347-3838221 - Skype: quipuglia - Fax: 178-6030556

Home Editoriale Interviste Primo pianoSpecialiRegistrazione Scrivici
Articoli, Testi, e foto, sono coperti da Copyright in quanto di produzione della proprietà di Giovanni di Noi e del Quotidiano Online di Informazione in Puglia quipuglia.it. Ne è pertanto assolutamente vietata la riproduzione parziale e/o integrale se non previo consenso scritto della proprietà. Articoli, testi, foto, e contenuti, dunque, non possono essere riportati e/o pubblicati, anche su altre testate, se non previa richiesta scritta a quipuglia.it e conseguente autorizzazione scritta.
quipuglia.it® É UN NOME E MARCHIO REGISTRATO.